Testimonianze

“La scoperta di Shri Mataji conferisce una genuina speranza all’umanità”

Claes Nobel (pronipote di Alfred Nobel, Fondazione Premio Nobel per la Pace) presidente della United Earth Organization.

Sahaja Yoga Testimonianze su Shri Mataji Nirmala Devi

 

“Lei ha dedicato tutta la Sua vita alla diffusione della moralità e all’evoluzione di una maggior consapevolezza nell’umanità attraverso l’amore e la compassione, con l’obiettivo della Conoscenza del Sé. Per questo motivo ha fondato un movimento la cui unica meta è la conoscenza del Divino e che tutti noi Musulmani dovremmo prendere come modello. Non ha forse proclamato anche il Profeta “Colui che conosce sé stesso, conosce davvero Dio”?

È cosa ovvia che l’umanità non sarà mai soddisfatta finché non sarà riuscita a trovare un equilibrio tra il mondo materiale e la spiritualità…

…Sono convinto che attraverso un costante sforzo ed impegno potremo trasformare questo sacro ed antico sogno in realtà…

…Voglio esprimerLe il mio più sincero sentimento di gratitudine e riconoscenza, condivisi da tutti i Musulmani d’Europa e da tutta la comunità Sciita, per tutti gli sforzi e sacrifici da Lei fatti nel perseguire la pace nel mondo.”

Ayatollah Medhi Rouhani – Leader Musulmano Sciita da una lettera pubblica scritta dall’Ayatollah in occasione del compleanno di Shri Mataji nel 1995.

“…Noi (Musulmani) troviamo nel nostro testo sacro, il Corano, insegnamenti che indirizzano alla ricerca della conoscenza del “Sé Supremo”. Il modo concreto per mettere in pratica questo messaggio ci viene oggi offerto da Shri Mataji Nirmala Devi

…L’esperienza della Realizzazione spontanea del Sé, rivelata da Shri Mataji attraverso Sahaja Yoga, è in perfetta armonia con gli insegnamenti dell’Islam…

…La sua vita esemplare ne fa un simbolo perfetto ed un modello di come dovrebbe essere le donne Musulmane. Possa la loro richiesta di giustizia, il loro sincero desiderio di vita spirituale e di dignità trovare eco nel Vero Islam. Questo renderà possibile la fine di tutte le ingiustizie che vengono ancora commesse contro le donne in nome della religione.”

Ayatollah Rouhani in un discorso pubblico indirizzato a Shri Mataji alla Royal Albert Hall di Londra nel 1997